EVERYDAY LIFE

Breve viaggio alla scoperta dei Bot, l’intelligenza artificiale a servizio dell’ecommerce

By  | 

CHIEDIMI QUALCOSA

Intelligenza-Artificiale-1024x700

Vi sarà sicuramente capitato di visitare un sito Internet che propone servizi o prodotti e di vedere comparire dopo pochi secondi di navigazione una chat con un avatar che vi pone una domanda del tipo: “Ciao, posso fare qualcosa per te?”

Tranquilli non c’è nessuno che vi sta spiando dall’altra parte. Nessuna stagista collegata in tempo reale con Google Analytics che accoglie il visitatore come una commessa in un negozio o il portiere in un albergo. Voi state entrato in contatto con l’intelligenza artificiale, ovvero un software “capace di fornire una prestazione che, a un osservatore comune, sembrerebbe essere di pertinenza esclusiva dell’intelligenza umana”.
La chat è una sorta di risponditore elettronico come quelli di alcuni centralini telefonici, ma molto più sofisticato e con variabili potenzialmente infinite. Se ci pensate non si tratta di nulla di realmente innovativo, ma soltanto dell’applicazione un po’ più sofisticata di un algoritmo in grado di rispondere a “n” domande.

fb-bot

Il software ha un suo dizionario con delle parole chiave keywords che rimandano a una serie di risposte. Il tutto naturalmente avviene in tempo reale, con gentilezza ed efficacia.

DALLE RISPOSTE PIU’ SEMPLICI AGLI APPUNTAMENTI

Come ti chiami, quanto costa quel prodotto o quel servizio tal dei tali (importante dare un nome a tutti i prodotti o alle famiglie di prodotti)… ed ecco che compare il link alla pagina del sito con le informazioni che cerchi, oppure ti si propone una seconda scelta a risposta multipla.
Se le domande diventano molto più complesse o escono semplicemente dai canoni stabiliti, il risponditore chiede di lasciare un indirizzo mail o un telefono e a questo punto la pratica passa alla stagista, alla segretaria o al responsabile commerciale, a seconda della complessità, con il cliente già bello profilato. Alcune chat danno direttamente un appuntamento con tanto di orario e coordinate. Niente male, vero?

IL BOT E IL MONDO DEI SOCIAL NETWORK

Facebook-diventera-un-intelligenza-artificiale

Queste chat hanno un nome, si chiamato Bot (ma non hanno nulla a che vedere con i Buoni del Tesoro). Viene stimato che nel corso di quest’anno, tutti i siti di e-commerce avranno il loro Bot, ma non solo. Il Bot trova la sua applicazione naturale anche sui social network.
Bot Facebook, ad esempio è già una realtà consolidata, pur trattandosi di una start-up e interviene per i cuoi clienti come un customer service efficace e sempre aperto always-on.

Il Bot Facebook funziona da interfaccia di linguaggio naturale per fare query al sito direttamente dalla chat di Facebook Messenger e può essere integrato con le migliori piattaforme CMS (WordPress e Magento). Se volete provarlo o saperne di più ecco il link www.botfacebook.it

I SETTE TREND PER L’ECOMMERCE NEL 2017

Packlink-7-trend-ecommerce-per-il-2017_infografica

Secondo Packlink, sito web per la comparazione e l’acquisto online di servizi di spedizione nazionali e internazionali, il Bot sarà uno dei 7 principali trend che caratterizzeranno l’ecommerce quest’anno.
Il bot più famoso, perché presente su tutti i pc è probabilmente Cortana, i suoi fratelli sono Siri, Alexa e Google Assistant. Il servizio può essere scritto o vocale. Naturalmente tutto viene ottimizzato anche per il mobile e devono essere semplificati anche i sistemi di pagamento.

Ebbene, superata la fase in cui l’utente del sito si sente “spiato”, sembra che l’84% dei consumatori gradiscano le chat in tempo reale, principalmente per la grande disponibilità che si avverte dall’altra parte dello schermo. Anche il più cordiale e preparato tra gli operatori di un call center, insomma, difficilmente riesce a superare l’efficienza del Bot. A livello di problem solving e di capacità di andare in profondità nella richiesta del cliente l’intelligenza artificiale ne deve però fare ancora molta di strada.

QUANDO L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE SOFFRE DI STRESS

Facebook-Messenger-Bot-01

Chiudiamo con una curiosità relativa al carattere del Bot. Sono davvero sempre gentili? Ebbene, secondo uno studio di Google su DeeMind, la startup acquistata nel 2014, creatrice degli algoritmi che danno vita al sistema di intelligenza artificiale alla base dell’Ia di AlphaGo. Due intelligenze artificiali messe in competizione su un giochino, dopo 40 milioni di simulazioni di algoritmi hanno dimostrato anche una certa aggressività nel tentativo di cercare di prevalere sui rivali. Anche loro possono soffrire insomma di una forma di stress. Benvenuti nel mondo del lavoro, cari Bot.

I prezzi del servizio? Inferiori a quelli di un call center. Chiama noi di TechStyle per un preventivo senza impegno.
Tech Style S.r.l.
Via Carnia, 18
20900 Monza -MB-

Tel. +39 039 2103787
Cel. +39 339 8579548
eMail :  info@techstyle.it